AVVISO BANDO DI GARA – FINANZA DI PROGETTO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIO (LI) E DEL SERVIZIO DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA DEGLI EDIFICI COMUNALI AI SENSI DELL’ART. 183, COMMA 15 DEL D.LGS.50/2016

in evidenza    0 Commenti     16/06/2021

COMUNE DI RIO

Provincia di Livorno

AVVISO PUBBLICO

FINANZA DI PROGETTO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIO (LI) E DEL SERVIZIO DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA DEGLI EDIFICI COMUNALI AI SENSI DELL’ART. 183, COMMA 15 DEL D.LGS.50/2016

Procedura di gara:

Determinazione del Responsabile del Servizio Tecnico n. 220 del 10/06/2021, con la quale è stata indetta la Procedura Aperta PER LA CONCESSIONE IN FINANZA DI PROGETTO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIO (LI) E DEL SERVIZIO DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA DEGLI EDIFICI COMUNALI AI SENSI DELL’ART. 183, COMMA 15 DEL D.LGS.50/2016, attraverso la piattaforma telematica https://start.toscana.it

Il bando di gara, il disciplinare di gara, il progetto, la bozza di convenzione e la documentazione complementare sono scaricabili direttamente dal portale.

 SEZIONE II: OGGETTO DELLA CONCESSIONE.

 II.1) Descrizione della concessione:

La concessione ha per oggetto il servizio di gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione  di  proprietà  del Comune Di Rio, compresa  la  fornitura  dell’energia  elettrica e la  realizzazione  di  interventi  di adeguamento normativo, efficientamento energetico ed ampliamento, prevede inoltre interventi strumentali di riqualificazione ed adeguamento normativo degli impianti termici, di illuminazione interna ordinaria di alcuni edifici del Comune di Rio ed il relativo servizio di gestione dell’energia termica ed elettrica degli stessi

II.1.1) Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice:

Finanza di Progetto per la concessione dei lavori di efficientamento energetico, adeguamento normativo, ampliamento e gestione del servizio di Pubblica Illuminazione ai sensi dell’art. 183 c. 15 del D.Lgs 50/2016.

II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione. Progettazione ed esecuzione.

Appalto categoria servizi

Luogo di esecuzione: Comune di Rio (LI) – Italia.

I.1.3) Breve descrizione dell’appalto:

La concessione ha per oggetto il servizio di illuminazione pubblica sull’intero territorio comunale e comprende:

– la sostituzione di generatori di calore con generatori a condensazione di ultima generazione;

– l’installazione di un sistema di telecontrollo, sistemi di termoregolazione e contabilizzatori;

– l’adeguamento dell’impianto elettrico delle centrali termiche;

– la sostituzione degli attuali apparecchi illuminanti di tipo stradale, arredo urbano con nuovi apparecchi illuminanti a LED conformi alle norme sull’inquinamento luminoso;

– la sostituzione dei quadri elettrici (o punti di fornitura) per l’illuminazione pubblica non rispondenti alle norme di sicurezza o di settore, con nuovi quadri elettrici;

– la verniciatura dei pali di sostegno arrugginiti;

– la sostituzione dei pali di sostegno esistenti rotti, danneggiati, eccessivamente arrugginiti, eccessivamente storti o per innalzamento del punto luce di oltre un metro;

– la sostituzione degli attuali corpi illuminanti interni degli edifici con altri a tecnologia LED;

– l’esercizio degli impianti di pubblica illuminazione di proprietà esistenti alla data odierna ed erogazione del relativo servizio di illuminazione, ovvero anche gli impianti futuri di illuminazione pubblica installati a cura dell’Amministrazione Comunale e dati in gestione al Concessionario;

– la volturazione, l’ottimizzazione dei contratti di fornitura e l’approvvigionamento di energia elettrica delle utenze di illuminazione pubblica;

– la manutenzione ordinaria, programmata-preventiva, straordinaria e full-risk degli impianti esistenti alla data di consegna od installati successivamente alla stessa secondo le modalità e le caratteristiche tecniche illustrate dal Concessionario in sede di progetto-offerta, ad integrazione di quanto richiesto dal presente Capitolato;

– il servizio di gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione di proprietà del Comune di Rio, compresa la fornitura dell’energia elettrica nonché la realizzazione di interventi di adeguamento normativo, efficientamento energetico ed ampliamento;

– l’installazione di numero due punti Hot Spot Wifi presso le aree portuali di Rio Marina e della frazione di Cavo;

– la progettazione definitiva (da presentare in fase di gara) ed esecutiva, il finanziamento, la realizzazione (comprensiva di direzione lavori e di coordinamento per la sicurezza) e la successiva gestione degli interventi di adeguamento normativo, riqualificazione energetica ed ampliamento finalizzati a generare una maggiore efficienza energetica e luminosa nonché aggiuntive economie di gestione, proposti dal concessionario in sede di progetto-offerta.

Entro 60 giorni dalla data di stipula del Contratto, il Concessionario dovrà consegnare il Progetto Esecutivo delle Opere. La progettazione dovrà redigersi ai sensi dell’art. 23 del D.lgs. n.50/2016 e del D.P.R. n. 207/2010. La durata massima della concessione è fissata in anni 20 (venti).

L’Amministrazione Aggiudicatrice con la concessione intende ottenere l’adeguamento alle normative di settore, la messa in sicurezza e la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica del territorio, l’ampliamento dell’impianto stesso, l’ottimizzazione della gestione degli stessi, ottenendo contemporaneamente l’abbattimento dei costi sostenuti per la gestione e manutenzione (programmata, non programmata e straordinaria) degli impianti. La controprestazione a favore del concessionario consiste nel diritto di gestire funzionalmente e di sfruttare economicamente tutti i lavori realizzati e al fine assicurare al concessionario il perseguimento dell’equilibrio economico-finanziario degli investimenti e della connessa gestione in relazione alla qualità dell’efficientamento energetico in un canone annuale nei termini e modalità stabiliti nella bozza di convenzione al primo anno pari ad euro 268.488,00 oltre IVA come da piano economico finanziario (PEF) asseverato.

II.1.4) Vocabolario comune per gli appalti CPV:

50232000-1 (manutenzione di impianti di illuminazione stradale);

II.2) Quantitativo o entità dell’appalto concessione: II valore complessivo della concessione di cui alla proposta del promotore posta a base di gara è di euro 5.368.960,00 oltre IVA, pari all’ammontare del canone annuo a carico dell’Amministrazione Comunale (euro 268.448,00 oltre IVA), così come indicato nel Piano Economico Finanziario asseverato proposta del Promotore per i 20 anni di durata della concessione.

Il Canone annuo globale corrisposto al Concessionario sarà quello risultante dall’offerta presentata dallo stesso in fase di gara e risulterà composto dalle seguenti quote:

  1. A) Quota annua a compenso degli oneri per l’approvvigionamento e la fornitura di energia elettrica, a seguito degli interventi proposti in sede di progetto-offerta;
  2. B) Quota annua totale a compenso degli oneri di gestione e di esercizio, di manutenzione ordinaria, programmata-preventiva, straordinaria e di tutti gli oneri di cui al presente Capitolato a carico del Concessionario;
  3. C) Quota annua per l’ammortamento degli investimenti proposti dal Concessionario per gli interventi di adeguamento normativo, tecnologico-funzionale e di riqualificazione illuminotecnica, finalizzati anche al risparmio energetico del sistema di Pubblica Illuminazione.

II.2.2) Divisione In Lotti: NO.

II.2.3) Ammissibilità di Varianti: NO.

Non si considerano varianti le proposte migliorative, formulate e documentate in conformità a quanto previsto nei documenti di gara.

 SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO.

III.1) Condizioni di partecipazione.

 III.1.1) Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale.

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Sono ammessi a partecipare alla gara gli operatori economici di cui all’art. 3, comma 1, lettera p) del D.lgs. 50/2016, gli operatori economici stabiliti in altri Stati membri costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi.

Saranno esclusi i concorrenti per i quali sussistono cause di esclusione previste dall’art. 80 del D.lgs. n. 50/2016, come dettagliato nel disciplinare di gara.

III.1.2) Capacità economica e finanziaria. Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: A pena di esclusione dalla gara il concorrente dovrà dimostrare il possesso dei requisiti economici e finanziari di cui all’art. 172 del D.lgs. 50/2016 come precisati nel disciplinare di gara e con le modalità, forme e contenuti nello stesso previsti.

III.1.3) Capacità tecnica. Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: A pena di esclusione dalla gara il concorrente dovrà dimostrare il possesso dei requisiti di capacità tecnica di cui all’art. 172 del D.lgs. 50/2016 come indicati nel disciplinare di gara e con le modalità, forme e contenuti nello stesso previsti.

 SEZIONE IV: PROCEDURA.

IV.1) Criteri di aggiudicazione: Procedura aperta ai sensi dell’art. 60 del D.lgs. 50/2016 da aggiudicarsi mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ex artt. 95 e 183, commi 4 e 5, del D.lgs. n. 50/2016, in base ai criteri indicati di seguito:

Elementi di natura tecnica – Max punti 80;

Elementi di natura economici – Max punti 20.

sub elementi e sub punteggi declinati nel disciplinare di gara.

IV.2) Termine per la presentazione delle offerte. L’offerta attinente all’oggetto, redatta secondo le forme e le modalità prescritte dal presente bando e dal disciplinare di gara e corredata dalla documentazione sempre prescritta dal bando e dal disciplinare di gara, deve essere inserita nel sistema telematico START, nello spazio relativo alla gara di cui trattasi all’indirizzo https://start.toscana.it/ e pervenire entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno 30 Luglio 2021.

Tutta la documentazione richiesta dovrà essere prodotta in modalità telematica sul suddetto sito e, ove richiesto, firmata digitalmente.

All’indirizzo Internet sopra citato è disponibile tutta la documentazione di gara compresa il presente Bando di Gara e gli ulteriori documenti ed elaborati progettuali. Saranno escluse dalla procedura le domande redatte in maniera difforme da quanto previsto dal presente bando e dal disciplinare di gara, o che siano pervenute oltre il termine.

Il proponente gode del diritto di prelazione ai sensi dell’art. 183, comma 15, del D.lgs. 50/2016 e, qualora non risulti aggiudicatario della concessione, ha diritto al rimborso da parte dell’aggiudicatario delle spese sostenute per la presentazione della proposta come indicate nel PEF, e comunque in un ammontare non superiore al 2,5% del valore dell’investimento.

Qualora il proponente eserciti la prelazione, analogo rimborso deve all’originario aggiudicatario relativamente alle spese sostenute per la presentazione dell’offerta ai sensi dell’art. 183, comma 15, del D.lgs. 50/2016.

IV.2.1) Lingue utilizzabili per la presentazione delle domande: Italiano.

 SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI.

VI.1) Informazioni sui fondi dell’Unione Europea. L’appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell’Unione europea: No.

VI.2) Informazioni complementari.

  1. a) È consentito il ricorso all’avvalimento di cui all’art. 172, comma 2, del D.lgs. n. 50/2016, alle condizioni stabilite dal disciplinare di gara.
  2. b) È consentito il subappalto nei limiti di legge.
  3. c) L’offerta dei concorrenti deve essere corredata dalle cauzioni e garanzie prescritte dalla legge, da presentarsi alle condizioni specificate nel disciplinare di gara.
  4. d) I concorrenti, ai fini della partecipazione al procedimento di gara, devono obbligatoriamente effettuare il sopralluogo sulle aree interessate.
  5. h) Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente ad insindacabile giudizio della concedente;
  6. i) Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere redatti in lingua italiana, o corredati di traduzione giurata;
  7. j) Gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
  8. k) E’ esclusa la competenza arbitrale ed il Foro competente è quello di Livorno. Tutte le controversie derivanti dall’esecuzione dell’appalto saranno devolute al Giudice Ordinario;
  9. l) Responsabile Unico del Procedimento: Arch. Andrea FACCIO;
  10. m) Ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. n. 196/2003 i dati raccolti saranno trattati esclusivamente nell’ambito delle attività istituzionali del Comune di Rio e l’impresa concorrente dovrà espressamente rilasciare l’autorizzazione al trattamento dei dati medesimi;
  11. n) I risultati della procedura di gara saranno pubblicati secondo le norme vigenti sul sito Internet del “Comune di Rio” e nella piattaforma telematica all’esito delle verifiche di cui all’art. 32 comma 7 del D. Lgs. 50/2016. In riferimento a dette informazioni, pertanto, non saranno evase richieste telefoniche;
  12. o) Per quanto attiene all’esecuzione dei lavori in sicurezza, trova applicazione il D.lgs. n. 81/2008;
  13. p) Le imprese, per il solo fatto che partecipano alla procedura di gara, accettano esplicitamente e totalmente tutti i patti, le condizioni, i vincoli, gli obblighi e le clausole stabilite dal presente bando, dal disciplinare di gara, dal progetto preliminare, dal piano economico e finanziario, e dalla bozza di convenzione presentata dal soggetto promotore, nessuna esclusa.
  14. q) Le eventuali richieste di chiarimenti o informazioni relative alla gara in oggetto, dovranno essere formulate esclusivamente attraverso l’apposita sezione “chiarimenti”, nell’area riservata alla presente gara, all’indirizzo: https://start.toscana.it/rtrt/.
  15. r) Apertura delle offerte: Data: 02 Agosto 2021 Ore: 9:00 Luogo: seduta pubblica per mezzo del sistema telematico;
  16. s) Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: Si, secondo le modalità descritte nel disciplinare di gara.
  17. t) Forma di pubblicità: come meglio indicate nel disciplinare di gara.
  18. u) Per tutto quanto non indicato nel presente bando si fa riferimento al Disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

VI.3) Procedure di ricorso.

VI.3.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso avverso gli atti di gara:

 Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale della Toscana

Indirizzo Internet: http://www.giustizia-amministrativa.it.

VI.3.2) Presentazione di ricorsi. Informazioni sui termini di presentazione dei ricorsi:

30 giorni dall’avvenuta pubblicazione del presente bando per l’impugnativa del bando stesso, o dall’avvenuta comunicazione dei provvedimenti relativi allo svolgimento della gara per l’impugnazione degli atti stessi.

Comune di Rio, lì data di pubblicazione

Il Responsabile del Servizio Tecnico

                                                                                                                                                    Arch. Andrea Faccio

Leggi documentazione

 

 

Lascia un commento

Torna all'inizio dei contenuti